Il Sentiero degli Eroi

Capitolo 1 - PREDA E PREDATORE

ATTO 1° L'inizio della storia

23 Ches 1479

SCENA SECONDA
Ogni storia ha il suo principio, ogni racconto la sua introduzione. E la vita è come un libro, ne voltiamo una pagina aspettandoci il prosieguo e scopriamo invece una facciata bianca. Incerti e perplessi scorriamo rapidi le pagine successive, vuote. Tornando indietro vediamo sbiadire l’inchiostro e all’improvviso tutto quello che ci sembrava chiaro e preciso diviene confuso ed impercettibile.

[FLASHBACK] Il tintinnare dei bicchieri e il vocio soffocato oltre gli spessi vetri adombrati dal fumo della locanda “Il Lupo Selvaggio” ad Easthaven sono gli unici suoni che permeano l’aria, di questa cittadina immersa in una sempiterna nevicata. Più in lontananza l’urlo sordo del vento che fischia tra i monti è foriero di una bufera mai cessata e nuovamente in arrivo. Il freddo fa battere i denti ai pochi audaci che hanno l’ardire di uscire all’aperto durante le ore che seguono immediatamente il primo pomeriggio, quando il sole inizia il suo lento declino. Il contrasto con l’interno della taverna è evidente, i volti degli avventori che si appropinquano s’arrossano e molti si scuotono via la brina adagiata sui loro abiti. In mezzo alla sala due uomini abbigliati con gli abiti tipici dei montanari stanno intrattenendo una conversazione piuttosto rumorosa e impegnata con alcuni mercanti. In un angolo della sala, rannicchiato ed assonnato, Hadarai, l’eladrin di Easthaven, fissa annoiato i due rumorosi avventori lanciando maliziosi sorrisi di malsopportazione per cotanto disturbo. Dinanzi il fuoco ravvivato, dalla legna secca scoppiettante, del caminetto, l’imponente sagoma di Balnazaar torreggia nell’irrisoria speranza di scaldare le tozze mani callose. Il tiefling soffia e sbuffa quando per l’ennesima la porta della taverna si spalanca spingendo dentro il gelo. Sulla soglia la figura esile ed seminascosta dalla bufera di Vidalian fa la sua comparsa, chiudendosi immediatamente la porta alle spalle. Mentre Tyron e Arelican consumano un pasto caldo a base di stufato di cervo e patate arrosto, il timido volto della cameriera indugia per più di un attimo sul capo chino del ragazzo. “Posso portarvi altro Alito di Ghiaccio signori? ” – esordisce la ragazza.

Comments

Gawen

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.