Il Sentiero degli Eroi

Capitolo 1 - PREDA E PREDATORE

ATTO 2° I Grigi

30 Ches 1479

SCENA SECONDA
La ricerca spasmodica delle tracce lasciate dalle belve che li hanno assaliti, porta gli eroi nel cuore fitto e buio del bosco. Abeti, alte betulle e faggi innevati fissano immoti mentre Tyron, Balnazaar, Vidalian e Hadarai scivolano tra le ombre di questo silenzioso luogo. L’odore della resina è forte e pungente, a tratti talmente intenso da coprirne completamente ogni altro, quasi a voler mascherare la reale essenza di questa zona. Le frasche e i rami oscillano sinuosi sospinti da una leggera brezza proveniente da nord, le ombre scorrono e si mescolano sotto i piedi seguendo i voleri della luce schiava delle braccia delle piante. Dal folto emerge indistinto l’eco del verso di qualche volatile notturno che s’interrompe di colpo non appena si tendete l’orecchio per comprenderne la direzione, seguito dal crocchio secco del legno. Gli avventurieri sono inequivocabilmente soli, ma hanno la spiacevole impressione di non essere graditi ospiti qui … Sulle tracce delle creature che li hanno aggrediti, nell’eroico quanto avventato tentativo di salvare Arelican, gli eroi giungono ne pressi di una struttura nascosta nel fitto del bosco dei Respiri Rubati. Tra le vecchie rovine di quello che era un accampamento di guerra Netherese risalente al 1469 CV si erge una costruzione oblunga e contorta. L’unica parte del complesso apparentemente rimasta semi intatta e non intaccata dal tempo. L’edificio sembra parzialmente interrato, sprofondato nel terreno circostante, assomiglia in maniera piuttosto verosimile ad una mastodontica mano di pietra spalancata alla sua sommità, e la realtà non è poi così lontana dal sembrante. La struttura è la parte emersa di un complesso più ampio occultato nel terreno sottostante: un immenso golem da guerra dell’impero delle Tenebre, impiegato come fortezza nascosta durante il conflitto con le Marche d’Argento nel secolo precedente.

Comments

Gawen

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.